San Rufo: "Un angolo di paradiso tra Cilento e  Vallo di Diano...."

Itinerario speleo-paesaggistico “I fenomeni carsici del torrente Marza”

Di grande interesse speleologico e paesaggistico è l’itinerario che dalla località Abbottaturo giunge sino nella zona Val Torno, toccando le tre diverse espressioni del fenomeno carsico che caratterizza il torrente Marza: risorgenza, ingrottamento e “sorgente”.

Il percorso inizia dalla “Risorgenza Abbottaturo”, termine derivato dall’impetuosità dell’acqua che riemerge con forza dal sottosuolo, prosegue sulla strada asfaltata ritornando in direzione San Rufo e, in località Scalelle, devia verso la strada a fondo naturale Cortina-Val Torno, la quale si inerpica nella profonda e stretta vallata che si apre fra gli alti e ripidi monti circostanti: a sx Cortina e gli altri promontori del Monte Cocuzzo delle Puglie, a dx Serra Nuda e le altre propaggini meridionali dei Monti Alburni. L’ascesa costeggia l’albero monumentale denominato dai sanrufesi “La cerza re zi’ Fonzo” prima di arrivare all’area pianeggiante dove c’è “L’ingrottamento” del torrente Marza. La risalita lungo il corso d’acqua emerso conduce alla sua “sorgente”, tecnicamente definita “Risorgenza Val Torno”, posta nella scarpata della Strada Statale 166 che collega il Cilento al Vallo di Diano.

Sentiero “I fenomeni carsici del torrente Marza” (I-I1)

-    Inizio e fine: inizio dalla “Risorgenza Abbottaturo” nell’omonima località, fine alla sorgente “Risorgenza Val Torno” del torrente Marza in località Val Torno;

-    Beni paesaggistici:”Risorgenza Abbottaturo”, albero monumentale “La cerza re zi Fonzo”, “Ingrottamento” del torrente Marza e sorgente “Risorgenza Val Torno” del torrente Marza;


-    Tipo di strada/sentiero: strada sterrata, asfaltata, sterrata, asfaltata e sterrata;

-    Foto: Risorgenza Abbottaturo, “Cerza re zi’ Fonzo”, sentiero panoramico su San Rufo.

-    Quote: inzio a circa 600 m, fine a circa 850 m.

-    Grado di difficoltà: medio

-    Durata: 3 ore